My Twitter Feed

November 23, 2017

:

I Magazzini Generali alla ZAI -

sabato, 28 gennaio 2017

Venezia. Una “cittadinanza delle donne” orfana del “Centro Donna” -

venerdì, 6 gennaio 2017

Verona. La priorità del lavoro -

giovedì, 5 gennaio 2017

Verona. Appello elezioni amministrative 2017 -

giovedì, 22 dicembre 2016

Verona. Contro lo smog letale per la salute dei cittadini -

mercoledì, 14 dicembre 2016

Le ragioni ecologiste per un “No” al referendum costituzionale -

venerdì, 2 dicembre 2016

“Centro donna” di Venezia. Lettera aperta alla Vicesindaco Luciana Colle -

venerdì, 25 novembre 2016

“Stavolta No”, incontro a Nogara (VR) il 26 novembre -

mercoledì, 23 novembre 2016

Verona. Necessarie iniziative per tutelare salute e ambiente -

domenica, 20 novembre 2016

Verona, 17 novembre. “Le ragioni del NO alla rottamazione della Costituzione” -

mercoledì, 16 novembre 2016

Arena. Renzi e Tosi ritardano interventi urgenti -

venerdì, 28 ottobre 2016

Verona. Serve urgentemente una seria politica per la ciclabilità -

martedì, 18 ottobre 2016

Verona. La Zai deve essere messa al riparo da inquietanti vicende processuali che coinvolgono il suo presidente -

giovedì, 6 ottobre 2016

Una alternativa per Verona e No al referendum -

martedì, 4 ottobre 2016

Meglio contro la povertà che contro i poveri -

venerdì, 30 settembre 2016

Valpolicella: per una migliore qualità del vino e del territorio -

lunedì, 26 settembre 2016

Legge elettorale. I “furbetti” della politica -

venerdì, 23 settembre 2016

26.09 a Nogara (VR). Le ragioni del “no” al referendum -

giovedì, 22 settembre 2016

Sinistra Italiana Verona invita a firmare la proposta di legge della CGIL -

sabato, 17 settembre 2016

Bonifica discarica di Ca’ Filissine (VR) -

domenica, 11 settembre 2016

Verona. Serve urgentemente una seria politica per la ciclabilità

ciclabile

Appello alla Giunta di Verona

Da anni a Verona nulla viene fatto per favorire e tutelare gli spostamenti in bicicletta.

Recentemente, persino il dirigente della Federazione ciclistica continentale, Kevin Mayne , in Fiera per la manifestazione Cosmobike, ha deplorato l’assenza di politiche municipali per la ciclabilità rilevando che nulla è cambiato in città dal 2012, anno in cui ci aveva fatto visita.

Malgrado una situazione così carente ed insufficiente per la bicicletta sono molte le persone che la usano, nel corso degli anni sono di molto aumentati ciclisti e cicliste, ma pare, secondo un rilevamento fatto dalla Federazione degli amici della bicicletta, che questo anno si registri una diminuzione del 6% rispetto all’anno scorso. Tale diminuzione viene addebitata alla condizione di totale insicurezza percepita dal ciclista esposto ai pericoli di un traffico autoveicolare asfissiante ed insidioso.

Occorre finalmente avviare una seria politica per incrementare in modo rilevante l’uso della bici, servono provvedimenti, interventi concreti. Insomma serve costruire una rete estesa e protetta di piste ciclabili che colleghi luoghi di abitazione e luoghi di studio e lavoro, quartieri e frazioni tra di loro e con il centro storico.

Da tempo abbiamo chiesto che fosse qualificato lo sconnesso e deturpato Lungadige San Giorgio, finalmente siamo stati ascoltati, lungo il suo percorso verrà realizzata anche una pista ciclabile, bene, ma non serve a nulla se non la si completa collegando i relativi quartieri.

Da anni, dall’Onu, oltre che dalla comunità scientifica, viene l’appello a moderare, ridurre l’uso degli idrocarburi, dei minerali fossili, che stanno inquinando il pianeta e modificando il clima atmosferico con gravi, drammatiche e già evidenti conseguenze.

A Parigi (cop. 21) l’accordo per ridurre le emissioni è stato sostenuto da tutti i Paesi del mondo ed ora è stato sottoscritto da una maggioranza che lo rende vincolante. Uno dei fenomeni da ridurre notevolmente è l’uso delle attuali autovetture, puntando alternativamente su automezzi privi di emissioni, su l’incremento del trasporto collettivo il meno impattante possibile e su la bicicletta, ma per questa servono piste ciclabili sicure ed estese in tutta la città.

Verona, una delle città più inquinate, può migliorare le sue condizioni anche con l’incremento della ciclabilità, con chiusura alle autovetture nel centro storico e in molti centri e siti da pedonalizzare nelle frazioni e nei quartieri. Ne guadagnerebbe la salute dell’ambiente storico, monumentale e naturale e quella dei sui abitanti.

Alla Giunta di Verona spetta ora il compito di lavorare alacremente in questa direzione per recuperare i ritardi clamorosi che ha accumulato.

Sinistra Italiana di Verona

I commenti sono chiusi.