My Twitter Feed

November 23, 2017

:

I Magazzini Generali alla ZAI -

sabato, 28 gennaio 2017

Venezia. Una “cittadinanza delle donne” orfana del “Centro Donna” -

venerdì, 6 gennaio 2017

Verona. La priorità del lavoro -

giovedì, 5 gennaio 2017

Verona. Appello elezioni amministrative 2017 -

giovedì, 22 dicembre 2016

Verona. Contro lo smog letale per la salute dei cittadini -

mercoledì, 14 dicembre 2016

Le ragioni ecologiste per un “No” al referendum costituzionale -

venerdì, 2 dicembre 2016

“Centro donna” di Venezia. Lettera aperta alla Vicesindaco Luciana Colle -

venerdì, 25 novembre 2016

“Stavolta No”, incontro a Nogara (VR) il 26 novembre -

mercoledì, 23 novembre 2016

Verona. Necessarie iniziative per tutelare salute e ambiente -

domenica, 20 novembre 2016

Verona, 17 novembre. “Le ragioni del NO alla rottamazione della Costituzione” -

mercoledì, 16 novembre 2016

Arena. Renzi e Tosi ritardano interventi urgenti -

venerdì, 28 ottobre 2016

Verona. Serve urgentemente una seria politica per la ciclabilità -

martedì, 18 ottobre 2016

Verona. La Zai deve essere messa al riparo da inquietanti vicende processuali che coinvolgono il suo presidente -

giovedì, 6 ottobre 2016

Una alternativa per Verona e No al referendum -

martedì, 4 ottobre 2016

Meglio contro la povertà che contro i poveri -

venerdì, 30 settembre 2016

Valpolicella: per una migliore qualità del vino e del territorio -

lunedì, 26 settembre 2016

Legge elettorale. I “furbetti” della politica -

venerdì, 23 settembre 2016

26.09 a Nogara (VR). Le ragioni del “no” al referendum -

giovedì, 22 settembre 2016

Sinistra Italiana Verona invita a firmare la proposta di legge della CGIL -

sabato, 17 settembre 2016

Bonifica discarica di Ca’ Filissine (VR) -

domenica, 11 settembre 2016

Meglio contro la povertà che contro i poveri

povertamani

Meglio combattere la povertà, non i poveri. Come è noto a questo sindaco e alle sue diverse giunte non sono mai piaciuti i poveri. Soprattutto se hanno l’ardire di chiedere aiuto per la loro sopravvivenza. Impudenti, in quanto poveri provocano i passanti chiedendo la carità. Vanno perseguiti in questa loro azione di disturbo del quieto vivere. Severo il sindaco dal suo insediamento prende provvedimenti contro gli ultimi, e giù a collocare ferri anti sdraio nelle panchine, arriva persino ad installare costosissime cancellate per chiudere i giardini, e giù con divieti all’accattonaggio. Molto efficaci, ci informano. Su 5.000 multe emesse solo…

Leggi ancora

Verona. Sottrarre Villa Are dal mercato degli immobili comunali

villaare

Sottrarre Villa Are dal mercato degli immobili comunali. Mettere a disposizione dei giovani luoghi di aggregazione sociale Giacino ha dimostrato che la città non si pianifica, non si armonizza, non si riqualifica, non si costruisce a misura delle necessità di chi vi abita o la visita, ma la si “gestisce” urbanisticamente a misura del vantaggio economico di chi vuole ricavare guadagno da investimenti immobiliari. Coerentemente con questa impostazione, la giunta Tosi fa mercato della città, dei suoi edifici e terreni, compresi appunto quelli di proprietà comunale che sono innumerevoli. Alcuni gioielli monumentali, storici, artistici in centro storico li ha già…

Leggi ancora

Verona. Si avvii piano recupero immobiliare

puzzle

Ennesima occupazione di stabile inutilizzato segnala necessità di avviare un piano di recupero immobiliare a Verona Le ragazze e i ragazzi di “Anomala” che avevano occupato precedentemente stabili abbandonati e degradati (in via san Marco ed in via Fermi) in questi giorni hanno occupato un altro dei tantissimi immobili vuoti ed inutilizzati, questa volta in via Basso Acquar. Questa azione politica segnala con grande evidenza la necessità di avviare un piano di recupero di immobili per offrire spazi ed opportunità di relazione sociale ai cittadini e alle cittadine, di aggregazione delle giovani generazioni per le quali il Comune non ha…

Leggi ancora

Resana, un sindaco ai confini della realtà

Virus

Il Sindaco di Resana che distribuisce materiale “informativo”, a spese del Comune, alle neo-mamme sui presunti rischi della vaccinazione compie un atto sconsiderato e grave, foriero di conseguenze nefaste che non si limitano alla comunità che amministra ma coinvolgono un territorio ben più vasto (ricordiamo che la copertura vaccinale ha efficacia se coinvolge almeno il 95% della popolazione). Il fascicolo allarmistico che gli uffici comunali consegnano alle neo-mamme non è prodotto da alcun ente scientifico o istituzionale ma da una associazione che ha come scopo la propaganda anti-vaccino. Ha fatto quindi bene il direttore generale della sanità della Regione a…

Leggi ancora

Veneto. Ambiti Ulss e Azienda Zero: si promuova referendum abrogativo

referendum

In questo periodo è all’attenzione del Consiglio Regionale Veneto la proposta di legge 23/2015 concernente la modifica degli ambiti delle ULSS regionali e la costituzione della cosiddetta “Azienda Zero”. La proposta di legge, presentata nel mese di luglio, arriva con oggettivo notevole ritardo alla discussione in aula a causa di notevoli contrasti verificatisi in diverse riunioni della quinta commissione sanità, confronti e contrarietà emerse in particolare tra i componenti della maggioranza che sostiene la Giunta Zaia. Sin da subito Sinistra Ecologia Libertà Veneto ha espresso netta contrarietà a tale previsione di legge che marginalizza le peculiarità territoriali ed accentra poteri…

Leggi ancora

Veneto. Il Presidente Zaia e il diritto alla salute

salute

Il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha nominato i “nuovi” Direttori Generali delle residue ULSS regionali, conformemente a quanto da tempo dichiarato sulla necessità della riduzione a livello provinciale delle medesime. A parte le due Aziende Ospedaliere di Padova e Verona e dell’Istituto oncologico Veneto (IOV), dove nulla cambia, si sono nominati i Direttori Generali delle ULSS Venete portandoli da 21 a nove, non sette come si era annunciato ma due in più. Si attende la nomina di chi gestirà la cosiddetta “Azienda Zero” ed il riassetto delle ULSS che ne andrà a sancire il definitivo numero, il tutto…

Leggi ancora

Veneto. Prima la salute

primalasalute

Giovedì mattina, 03 dicembre, mobilitazione di Sinistra Ecologia Libertà – Sinistra Italiana contro i tagli alla sanità del Governo e la riforma accentratrice e dannosa di Zaia, per una sanità di qualità e alla portata di tutti. Perché la salute se la tagli… la togli! Volantinaggi a Padova, Verona, Rovigo, Adria, davanti a stazioni e ospedali. A Mestre volantinaggio davanti alla stazione e conferenza stampa.

Leggi ancora

“Teoria” del Gender e discriminazioni, una nuova caccia alle streghe

genere

Da tempo è in atto, come si registra anche in alcune iniziative organizzate nel veronese, una forte opera di disinformazione, manipolativa e strumentalizzante,  sul “Gender”. Ebbene, la Teoria o Ideologia Gender non esiste o, meglio, esiste solo nella testa di chi la costruisce ad arte per creare una caccia alle streghe, nel tentativo di spaventare le persone e di manipolarle paventando un “complotto da parte delle “lobbies gay” contro la famiglia tradizionale, che a causa loro sarebbe destinata all’estinzione”. Peraltro gli stessi autori di questa invenzione mediatica (Amato, Dal Bon, Gandolfini, Gobbi, Spimpolo) dapprima dichiarano trattarsi di una “teoria”, salvo…

Leggi ancora

Il servizio sanitario sia accessibile a tutti e gratuito

SyntekExifImageTitle

Il servizio sanitario deve essere accessibile a tutti e gratuito. Basta con i balzelli dei governi da Berlusconi e Renzi e delle giunte regionali da Galan a Zaia. Al pronto soccorso, dopo le proteste contro i codici verdi all’entrata che diventano codici bianchi all’uscita che sono a pagamento (qualcuno ha pagato più di 300 euro),vengono cambiati i codici, non più a colori, rossi, gialli, verdi e bianchi, ma a classificazione, emergenza, urgenza, prioritario e ambulatoriale. La decisione dichiarata con soddisfazione dall’assessore Coletto (Lega Nord per l’indipendenza della padania) cosa cambia? Niente. Resta tutto come prima e chi non è morente…

Leggi ancora

Verona. Tosi contro i poveri anche nei giardini

cancello lucchetto

Anche nella riqualificazione dei giardini la giunta Tosi continua la lotta contro i poveri Mentre negli Stati Uniti papa Francesco trova il tempo per incontrare un gruppo di senza tetto cui si rivolge dicendo “voi come Gesù” e , rivolgendosi alle istituzioni,conclude affermando “di non trovare nessun tipo di giustificazione sociale, morale o di altro genere per la mancanza di abitazione”, qui a Verona la giunta Tosi, all’interno della quale alcuni assessori si dichiarano ferventi cattolici, progetta giardini con cancelli per impedirne l’uso ai senza tetto. Vuole spendere 300.000 euro per escluderli dalla frequentazione serale e notturna dei giardini di…

Leggi ancora